Trasformiamo problemi in opportunità di lavoro

LEGNANO – Si chiama Servizio Integrazione Socio Lavorativa (SISL), ha sede a Cerro Maggiore, opera su mandato di 10 comuni dell’Altomilanese (Busto Garolfo, Canegrate, Cerro Maggiore, Dairago, Legnano, Parabiago, Rescaldina, San Giorgio su Legnano, San Vittore Olona e Villa Cortese), si occupa della formazione e dell’inserimento lavorativo di “persone fragili”.
Una formula elegante, quasi poetica, per definire l’handicap fisico e psichico.
“In realtà, queste persone fragili molto spesso sono portatrici di straordinarie abilità. Le potremmo definire delle diverse abilità”.
Si esprime così Silvia Cascella, psicologa, che con una dozzina di altre operatrici lavora all’interno del SISL e coordina in particolare i rapporti con le aziende e gli “incroci” fra domanda e offerta di lavoro.
La incontriamo in Nearchimica, impresa industriale chimica di Legnano, all’interno della quale hanno da poco concluso un periodo di formazione due soggetti “diversamente abili” seguiti dalSISL.
“Gli imprenditori – spiega Eugenio Camera Magni, che insieme con il fratello Roberto gestisce la società – dovrebbero conoscere SISL ed entrare in contatto con i servizi che offre. Noi l’abbiamo fatto e devo dire, a fronte di riscontri oggettivi, che ne abbiamo ricevuto dei benefici indubbi. Molto spesso il collocamento obbligatorio, per come viene proposto, anzi, imposto alle aziende industriali, quasi che lo Stato volesse sgravarsi di un problema scaricandolo sulle spalle degli imprenditori, crea più problemi di quanti non ne risolva. Con l’intervento del SISL, invece, i problemi possono trasformarsi in altrettante opportunità”.
Proviamo a fare qualche esempio concreto.
“Di recente, mi sono occupata dell’inserimento lavorativo di un ragazzo affetto dalla sindrome di Asperger, vale a dire una forma di autismo, in un’industria che produce macchine utensili. Questo soggetto è molto chiuso in se stesso ed è quindi sostanzialmente incapace di rapportarsi con le altre persone, nello stesso tempo possiede delle straordinarie capacità cognitive e delle ottime competenze informatiche. Dopo un’adeguata preparazione, è stato collocato nell’area informatica dell’azienda e sta fornendo delle prestazioni professionali che l’azienda stessa giudica molto soddisfacenti. Un caso concreto – spiega Silvia Cascella – che dimostra come uno svantaggio possa trasformarsi in un vantaggio”.
Dal 2006 al 2014 SISL ha “collocato” 200 persone; nell’arco del 2014 ha stabilito 172“ contatti aziendali”, e in 32 casi si è verificato un concreto interessamento da parte delle imprese.
“Con altre 38 siamo in una fase interlocutoria. Il nostro problema è che siamo poco conosciuti” sostiene Silvia Cascella.
“Sia gli stage formativi che gli inserimenti veri e propri – aggiunge – sono totalmente gratuiti per le società”.
“Posso dire – interviene Eugenio Camera Magni – che i servizi offerti dal SISL rivestono un’indubbia rilevanza sotto il profilo socio-economico e aiutano concretamente noi imprenditori a gestire al meglio tutte le problematiche legate al collocamento obbligatorio”.
Insomma, all’interno del grande problema rappresentato dalla disoccupazione e dalle conseguenti difficoltà di inserimento nel mercato del lavoro, l’arcipelago delle “diverse abilità” di cui sono portatrici le “persone fragili”, per usare le parole della psicologa del SISL, evidenzia la necessità di affrontare con una mentalità diversa – più aperta – il delicato tema dell’handicap psichico e fisico.
“L’ho detto e mi sento di ripeterlo: con l’approccio adeguato e la giusta formazione, molto di più di quanto non si creda il problema può diventare un’opportunità. Abbiamo bisogno della collaborazione degli imprenditori – afferma con convinzione e passione Silvia Cascella– per poter passare dalle parole ai fatti. L’abbiamo già … fatto! Vorremmo farlo di più!”.
Qual è la “tipologia umana” con cui avete a che fare?
“Sono soggetti che vanno dai 17 ai 62 anni. La maggior parte – risponde Silvia Cascella– va dai 35 ai 55 anni e prevalentemente si tratta di maschi”.
Categories: Comunicazione